(S)oggetti contundenti

Dal 25 Novembre al 15 Dicembre 2010

25 Novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne
L’Onu ha scelto questo giorno per commemorare la tragica vicenda delle tre sorelle Mirabal violentate, pugnalate e strangolate il 25 novembre del 1960, per ordine del dittatore Trujillo.

Vernissage

ore 18.00
La Dottoressa Maria Puliatti
presenta dal suo ultimo libro:
Psicosomatica del dolore cronico pelvico femminile, il capitolo: Il ruolo dell’abuso sessuale nel dolore femminile. Parlerà del suo prossimo libro: Il ruolo dell’abuso sessuale nei disturbi del comportamento alimentare. Un approccio integrato al trattamento.

ore 18.30
Maria Gabriella Giovannelli pubblicista, scrittrice, regista e giornalista presenterà il suo libro: Il campo dei colchici, che narra la storia di Paolo e Anna…

ore 19.00
Corinna Conci e Clara Conci svolgono due performance con loro installazioni:
Nessuno è risolto e Il dentro (nel vicolo accanto alla galleria)

ore 19.30
Camilla Mangili, recita il monologo di S. Montalto:
Il lupo nel buio da Varianti di stupro (5 monologhi per donna sola)

ore 20.00
Domitilla Colombo
recita il monologo di S. Montalto:
Canto del sangue da Varianti di stupro (5 monologhi per donna sola)

ore 20.30
Tania Lorandi
presenta la mostra e il libro: (S)oggetti contundenti

scarica il testo di presentazione

1 stuzziacadenti x Jarry

Dal 7 Ottobre al 5 Novembre  2010

Collage de ‘Phataphysique a cura di Tania Lorandi

“Alfred Jarry ebbe una fine curiosa, come la sua vita e il suo spirito. All’ultima visita che gli feci, gli chiesi se desiderasse qualcosa; i suoi occhi si animarono: c’era in effetti qualcosa che gli avrebbe fatto un gran piacere. Gli assicurai che lo avrebbe avuto immediatamente. Parlò: questo qualcosa era uno stuzzicadenti. Uscii immediatamente per andare a comprargliene e gliene riportai tutto un pacchetto. Ne prese uno tra due dita della sua mano destra. Il suo volto esprimeva una gioia visibile. Sembrò sentirsi improvvisamente a suo agio, come in uno dei suoi pomeriggi dedicati alla pesca, al canottaggio o alla bicicletta, i suoi tre sport preferiti. Avevo appena fatto qualche passo per parlare con l’infermiera che questa mi fece segno di girarmi: e spirò.”.
Queste sono le parole di Jean Saltas, amico di Alfred Jarry, che hanno ispirato il Collage de ‘Pataphysique, Istituto Indipendente e Autonomo, a realizzare una mostra in memoria dell’ultimo desiderio di Alfred Jarry.

Artisti visivi e scrittori, cultori della Patafisica, sono stati invitati ad intervenire sul tema dello stuzzicadenti con soluzioni immaginarie. La mostra, itinerante, inaugura questa sua edizione alla Gallleria EticOAtelier presso BancaEtica a Brescia.

La mostra sarà inoltre corredata da alcuni libri patafisici della casa editrice Shake (Milano) e ReArte edizioni (Brescia), di tutti i numeri di apARTe (Materiali Irregolari di Cultura Libertaria) e della giovane rivista Platypus